Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.

Comune di San Cesario di Lecce

  • Home
  • Cultura
  • La stanza di Ezechiele dal 28/02 al 16/03 Palazzo Ducale - San Cesario

La stanza di Ezechiele dal 28/02 al 16/03 Palazzo Ducale - San Cesario

Mercoledì, 19 Febbraio 2014 Categoria Cultura

mostra retrospettiva sull'artista Ezechiele Leandro a cura di Lorenzo Madaro e il contributo di Luigi Negro

La stanza di Ezechiele dal 28/02 al 16/03 Palazzo Ducale - San Cesario

Il Museo d’arte contemporanea di San Cesario di Lecce ospita una mostra retrospettiva sull'artista Ezechiele Leandro a cura di Lorenzo Madaro e il contributo di Luigi Negro

Da venerdì 28 febbraio a domenica 16 marzo le sale del Museo d’arte contemporanea del Palazzo Ducale di San Cesario di Lecce ospitano La stanza di Ezechiele, una mostra sentimentale su Ezechiele Leandro a cura di Lorenzo Madaro e il contributo di Luigi Negro. L'appuntamento è organizzato dall'Assessorato alla cultura del Comune di San Cesario di Lecce con il patrocinio di ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Puglia, Provincia di Lecce, Accademia di Belle Arti di Lecce, Osservatorio di Outsider art dell'Università di Palermo e Ammirato Culture House di Lecce. In contemporanea sarà possibile proseguire il percorso del progetto espositivo presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, nel cui chiostro è esposta in permanenza un’importante scultura dell’artista. Artista visionario, eclettico e curioso, Ezechiele Leandro recentemente è stato al centro delle attenzioni dei media più per gli incresciosi fatti di cronaca che hanno riguardato il suo Santuario della Pazienza (costituito da centinaia di sculture antropomorfe concepite con materiali di risulta nel giardino attiguo alla sua casa di San Cesario), che per la straordinaria vicenda artistica che lo ha visto protagonista fino al 1981, anno della sua scomparsa. Il Comune di San Cesario ha così deciso di ordinare una sua mostra retrospettiva per puntare l’attenzione anche e soprattutto verso la sua complessa attività pittorica e plastica, con un progetto espositivo che vuole – secondo le intenzioni di Lorenzo Madaro e Luigi Negro – entrare nel vivo del suo operare artistico, con l’esposizione di numerosi dipinti, disegni, sculture, appunti, manoscritti e fotografie. Non un percorso canonico e rigidamente museale, ma un vero e proprio ambiente – ricavato all’interno del piano attico del Palazzo Ducale di San Cesario – colmo di opere, oggetti, ricordi. Non uno spazio della commemorazione, ma uno spazio vivo, ancora attivo. Si è preferito prediligere le opere e i documenti provenienti da collezioni private di San Cesario, per ricongiungere idealmente l’artista con i suoi concittadini, per rinsaldare un rapporto troppo spesso frainteso e difficile. I visitatori della mostra (aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19.30) saranno accompagnati dagli studenti delle ultime classi del Liceo Artistico “Ciardo-Pellegrino” di Lecce. “Questa mostra rappresenta un naturale coinvolgimento della comunità in un’operazione corale di attribuzione di valore all’artista ed al percorso intrapreso per ottenerne la tutela”, sottolinea il sindaco Andrea Romano. “Ormai da mesi questa Amministrazione lavora, in sinergia con la sovrintendenza, per sancire definitivamente l’importanza e l’inviolabilità dei luoghi che accolgono le sue opere, in particolare del Santuario della Pazienza. Un lavoro lungo e pieno di insidie reso meno gravoso dalla sensibilità estrema dimostrata dal ministro Massimo Bray e dal mondo intellettuale salentino, con in testa Luigi Negro e Lorenzo Madaro. Molto è stato e tanto ancora potrà essere fatto con il contributo e l’impegno di tutti”. “Dopo il lancio in ottobre dell’appello per la salvaguardia del Santuario della Pazienza sottoscritto tra gli altri da autorevoli esponenti del panorama culturale e artistico internazionale, questa mostra proprio perché realizzata con le opere possedute dai cittadini, ha l’obiettivo di stabilire una sorta di ideale riconciliazione tra la comunità e l’artista”, ribadisce l’assessore alla cultura Daniela Litti. “In tanti, infatti, hanno risposto con entusiasmo al nostro invito e prestato le opere che avevano nelle loro case, sentendosi in questo modo partecipi di questo ambizioso e importante progetto culturale di rilancio e valorizzazione dell’artista Leandro che l’amministrazione comunale ha da qualche tempo intrapreso”. “Sono molto interessato a questa iniziativa di studio e divulgazione che riguarda l’opera di Ezechiele Leandro", sottolinea Claudio Delli Santi, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. "La mostra retrospettiva, organizzata dal Comune di San Cesario negli spazi espositivi del Palazzo Ducale, ci vede attivamente coinvolti; l’Accademia di Belle Arti di Lecce, anche in tempi precedenti alla rivalutazione critica e storica di Leandro, è stata sempre molto cosciente dell’alto valore artistico della sua opera. Tra l’altro da decenni la nostra Istituzione possiede un’importante opera scultorea dell’artista, visitabile in permanenza nel chiostro del convento che ci ospita”. “Nel contesto delle ricerche che il nostro laboratorio svolge da anni, il caso di Leandro si colloca come punto importante per i rapporti stretti con il territorio pugliese e i suoi ricercatori”, precisa Rachele Fiorelli, dell’osservatorio di Outsider art dell’Università di Palermo. “Il contributo di Lorenzo Madaro edito nel 2012 sulla rivista del nostro osservatorio ribadisce il nostro interesse verso l’opera di Leandro, vista sia dal punto di vista della singola creazione che da quello più ampio legato al tema degli enviroments, argomento oggi attualissimo in ambito europeo. L’Osservatorio Outsider art partecipa quindi con grande piacere a questo omaggio organizzato a San Cesario di Lecce, auspicando una crescente e produttiva collaborazione”. La mostra sarà visitabile tutti i giorni – dal lunedì alla domenica – dalle 17 alle 19.30. In contemporanea sarà possibile visionare l’importante scultura di Ezechiele Leandro conservata nel chiostro dell’Accademia di Belle Arti di Lecce (via Libertini, 3 – 73100 Lecce / Tel. 0832258611). In allegato comunicato stampa completo Info Comune di San Cesario di Lecce tel. 0832205373 Ufficio stampa "La stanza di Ezechiele" Società Cooperativa Coolclub Piazza Baglivi 10, Lecce Tel e Fax: 0832303707 - 3394313397 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Ufficio Stampa Comune di San Cesario di Lecce Laboratorio Giornalisti Indipendenti Soc. Coop. Via Fleming 1, Lecce Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alessandra Caiulo 3668166047 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alberto Mello 3491300415 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. '; document.write(''); document.write(addy_text30659); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica pdfComunicato e pngManifesto

Contattaci

refresh

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Comune di San Cesario di Lecce

Comune di San Cesario di Lecce

Piazza Garibaldi, nr. 12
C.a.p. 73016 - San Cesario di Lecce

Tel. 0832.205366 - Fax 0832.205377

Cod. Fisc. 80009690753 - P.iva 01108890755


Servizio di fatturazione elettronica - Data avvio del servizio: 31.03.2015

Codice Univoco ufficio: UFULUA - Nome dell'ufficio: Uff_eFatturaPA

Regione dell'ufficio: Puglia - Provincia dell'ufficio: LE

Comune dell'ufficio: San Cesario di Lecce

PEC: protocollo.comune.sancesariodilecce@pec.rupar.puglia.it