Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.

Comune di San Cesario di Lecce

San Cesario città del Patrimonio Industriale

Categoria Ambiente e Territorio

Domani 06.12 il Primo Forum regionale, verso il 2015

San Cesario città del Patrimonio Industriale

San Cesario città del Patrimonio industriale.

Dopo l’inaugurazione del Parco Urbano della Distilleria De Giorgi nel settembre scorso che ha restituito alla città un monumento dell’archeologia industriale di eccezionale bellezza e valore, ecco domani 6 dicembre un intensissimo pomeriggio di studio e discussione dal tema “Verso il 2015, anno del Patrimonio Industriale”.

Strutturati in tre sessioni, i lavori si apriranno alle 15.30 nel Palazzo Ducale con i saluti del sindaco Andrea Romano cui seguiranno gli interventi istituzionali di   Vincenzo Zara, Rettore Università del Salento; Antonio Gabellone, Presidente Provincia di Lecce; Paolo Perrone, Sindaco di Lecce, Vicepresidente ANCI; Alfredo Prete, Presidente Camera di Commercio di Lecce; Eliseo Zanasi Commissario ad acta Confindustria Lecce.

Quindi, la prima tornata di discussione sul tema con Assumpcio Feliu, Presidente E- FAITH (Federazione Europea delle Associazioni per il Patrimonio Industriale e Tecnico); Giovanni Luigi Fontana, Presidente Nazionale AIPAI (Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale); Angela Barbanente, Vice Presidente Regione Puglia – Assessore alla Qualità del Territorio; Teresa Bellanova, Sottosegretario Ministero del Lavoro e Politiche Sociali.

A seguire il “Primo I° Forum del patrimonio industriale pugliese”, dibattito coordinato e moderato dal giornalista Raffaele Gorgoni con Antonio Monte, IBAM-CNR, AIPAI Puglia; Renato Covino, Università degli Studi di Perugia, Past Presidente AIPAI; Giovanni Semeraro, Presidente della Fondazione "Rico Semeraro"; Salvatore Capone; Deputato, Assessore al Patrimonio e LL.PP. del Comune di San Cesario di Lecce, cui seguiranno una serie di interventi programmati di sindaci e rappresentanti degli Enti locali, Ordini professionali, imprenditori, associazioni di categoria, associazioni culturali, esperti e cultori della materia.

Infine, alle 17.30, il Seminario di Studio “Rigenerazione urbana e rifunzionalizzazione del patrimonio industriale pugliese”, introdotto e coordinato da Giovanni Luigi FONTANA,

Presidente Nazionale AIPAI, Direttore del Master in Conservazione, Gestione e Valorizzazione del PatrimonioIndustriale.
Obiettivo del Seminario, mappare e fare il punto sulle esperienze maturate in Puglia e nel Salento e sulle prospettive che si aprono adesso con la Legge regionale n. 21/2008 "Norme per la rigenerazione urbana" al Disegno di Legge regionale "Valorizzazione del patrimonio di archeologia industriale".

Dopo l’intervento di Angela Barbanente sul testo di legge, ecco snodarsi le esperienze realizzate sul territorio regionale per voce di Paolo Perrone, “Il recupero delle cave dismesse di Marco Vito a Lecce”; Michele Labalestra, Sindaco di Palagianello, “Il recupero del sito carsico Parco Madonna delle Grazie a Palagianello”; Giovanni Saponaro, Biagio Maiullari, Maria Cornacchia, rispettivamente Assessore, Dirigente e Funzionaria Settore LL. PP. del Comune di Altamura,

“Recupero tecnico funzionale dell’ex mattatoio comunale di Altamura da adibire a laboratori giovanili”; Arturo Cucciolla, Sante Cutecchia, Francesco Farella, architetti, progettisti e direttori dei lavori di recupero, “MAT – Recupero e rifunzionalizzazione dell’ex mattatoio comunale di Terlizzi”; Roberto Covolo, responsabile del progetto di riqualificazione dell'ex Fadda, “Da stabilimento vinicolo a Centro per l’aggregazione, la creatività e l’innovazione sociale: l'ex Fadda a San Vito dei Normanni”; Antonio Monte, architetto, IBAM-CNR, AIPAI Puglia, “La patrimonializzazione della distilleria Nicola De Giorgi a San Cesario di Lecce e del trappeto ipogeo di via Foggiari a Maglie”.

In conclusione, le esperienze di recupero e rifunzionalizzazione di opifici dismessi a San Cesario di Lecce narrate da Grazia Manni, Direzione Amministrativa Casa Editrice Manni, “Da Magazzino lavorazione tabacchi a Casa Editrice”; Titti Pece, storica dell'arte e delle cucine, Marketing e comunicazione Moscara Associati Progetti d'Autore, “La gustosa vita di un'ex magazzino di tabacchi”; Giovanni Semeraro,“Il recupero del Tabacchificio Semeraro destinato a Centro di Servizi integrati ai minori ed alla famiglia-Società Cooperativa Sociale onlus Solidarietà Salento".

“Dopo aver aperto le porte della Distilleria De Giorgi con l’inaugurazione del Parco”, dice Andrea Romano, sindaco di San Cesario, “un momento di discussione, confronto, mappatura delle esperienze maturate nel nostro territorio e in Puglia sul recupero e la rifunzionalizzazione del patrimonio industriale. Non è un caso, d’altra parte, che questo “Primo Forum regionale” sia stato promosso e organizzato nella nostra città. Le diverse Amministrazioni comunali che si sono susseguite nel corso degli ultimi venti anni hanno avuto una precisa linea comune: promuovere il recupero e la rifunzionalizzazione del patrimonio industriale, non solo come attività di recupero strutturale e architettonico ma come vera e propria azione materiale e immateriale di riappropriazione e rilettura di una parte importantissima della nostra storia oltre che come rigenerazione di un tessuto urbano che rischiava di essere cancellato. L’esperienza della Distilleria De Giorgi, donata al Comune di San Cesario dalla Fondazione Rico Semeraro presieduta da Giovanni Semeraro con la clausola di farne un luogo di socializzazione e cultura, per noi è importantissima perché testimonia una relazione virtuosa tra pubblico e privato e perché apre a scenari innovativi e densi di opportunità sociale per l’intero territorio, oltre che per la nostra comunità. Non a caso parliamo di monumenti: luoghi del lavoro, della memoria collettiva, della crescita urbana e sociale, della trasformazione territoriale che oggi si apprestano a vivere un’altra vita senza cancellare le tracce del passato ma anzi con l’urgenza di reinterrogarle e risignificarle”.

“Da questo punto di vista”, afferma Salvatore Capone, parlamentare pd della Puglia e Assessore ai Lavori pubblici e al Patrimonio del Comune, “la Legge regionale approvata dalla Giunta e che, ci auguriamo, possa essere al più presto ratificata dal Consiglio, permette di immaginare il recupero e la rifunzionalizzazione del patrimonio industriale come azione di sistema e nell’ambito di una collaborazione positiva pubblico-privato. Spessissimo, infatti, parliamo di strutture che sono ancora nella proprietà delle famiglie ma che rischiano di essere distrutte o comunque di andare in rovina.

Sono invece luoghi di grande bellezza e di fortissima presenza urbana, oltre che di memoria collettiva. Lavorare sulla riqualificazione funzionale di questi notevolissimi e imponenti tessuti architettonici e urbani consentirebbe non solo un recupero di bellezza ma anche un evidente risparmio di suolo nei progetti di trasformazione e pianificazione territoriale. Non è un caso, d’altra parte, che questa Legge rientri nelle filosofia della rigenerazione urbana, cui la Regione Puglia, grazie al lavoro Vicepresidente Barbanente, ha affidato il ruolo delicatissimo e strategico di incidere sulla qualità territoriale e sociale della nostre comunità”.

Dalla Sede Municipale, 5 dicembre 2014

F.to IL SINDACO Andrea Paolo Filippo Romano

Scarica il manifesto ad alta risoluzione

pdfManifesto

Contattaci

refresh

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Comune di San Cesario di Lecce

Comune di San Cesario di Lecce

Piazza Garibaldi, nr. 12
C.a.p. 73016 - San Cesario di Lecce

Tel. 0832.205366 - Fax 0832.205377

Cod. Fisc. 80009690753 - P.iva 01108890755


Servizio di fatturazione elettronica - Data avvio del servizio: 31.03.2015

Codice Univoco ufficio: UFULUA - Nome dell'ufficio: Uff_eFatturaPA

Regione dell'ufficio: Puglia - Provincia dell'ufficio: LE

Comune dell'ufficio: San Cesario di Lecce

PEC: protocollo.comune.sancesariodilecce@pec.rupar.puglia.it