Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.

Comune di San Cesario di Lecce

Museo Civico d' Arte Contemporanea

on Domenica, 02 Marzo 2014. Posted in Siti culturali

MUSEO CIVICO

Il Museo Civico nasce come museo d’Arte Contemporanea nel 1979; è denominato “Museo Civico di San Cesario” nel 1984, in previsione di un ampliamento della collezione includendovi opere d’arte Antica, Moderna e Beni Culturali riguardanti il territorio. La sede è inaugurata nell’ottobre del 1979 con la mostra antologica Aldo Calò. Del 1981 sono le mostre Ezechiele Leandro e, curata da Lucio Galante e Antonio Del Guercio, Presenza e Memoria; nel 1984 Antonio Cassiano cura la mostra Francesco Barbieri.

L’anno seguente sempre Antonio Cassiano organizza sia la mostra Una cartella di Nullo D’Amato che Fernando De Filippi, quest’ultima allestita in collaborazione con Titti Pece. Al 1987 risale Nino Cappello 1950/1987 a cura di Gianfranco Coppola, che nel 1992 organizza anche la mostra Ezechiele Leandro. Nel 1991 e 1996 è la volta delle sculture con Cosimo Damiano Tondo; entrambe le personali sono curate da Toti Carpentieri, che nel 1993 organizza anche la retrospettiva Nino Rollo. Del 1996 è Magica Luna di Salvatore Sava con la cura di Luciano Caramel. Al nuovo millennio risalgono sia Nino Cappello (2003) organizzata da Lucio Galante che Nullo D’Amato (2006) curata da Michele Afferri e Brizia Minerva. Ultima in ordine di tempo La Stanza di Ezechiele.Una mostra sentimentale su Ezechiele Leandro (2014).

Tutte le esposizioni allestite durante questo lasso temporale, hanno avuto l’intento di far conoscere l’operato di artisti salentini; la donazione di loro opere al Museo Civico ha contemporaneamente contribuito a crearne ed incrementarne la collezione.

MM 004

Monumenti e Chiese

on Sabato, 01 Marzo 2014. Posted in Siti culturali

Fonti storiche riferiscono che San Cesario era originariamente costituito da tre distinti casali, amministrati da tre differenti feudatari; nel corso del XVII secolo Giuseppe Marulli avviò il processo di unificazione. La piazza divenne il fulcro dell’abitato e, in qualche modo, il punto di congiunzione dei tre casali, popolati in origine da colonie provenienti dalla Grecia, dall’Albania e dai Balcani. Colonie che hanno lasciato tracce della propria presenza nel tessuto urbano, caratterizzato da basse case a schiera e numerose case a corte. Sulla piazza prospettano la chiesa madre (ricostruita tra il 1678 e il 1704, conserva alcuni pregevoli altari di scuola leccese) e il palazzo ducale, il cui prospetto, da alcuni attribuito a Francesco Antonio Zimbalo, ostenta statue e busti di imperatori romani e eroi della mitologia classica. Alcune sale interne, invece, conservano cicli pittorici (XVIII-XIX secolo) raffiguranti le Arti e le Virtù, oltre a divinità classiche. Passeggiando tra i vicoli del borgo altre chiese meritano una visita, dalla trecentesca chiesa di San Giovanni Evangelista, alla chiesa di Sant’Elia (XVII sec.), dalla chiesa dell’Immacolata (XVIII sec.) a quella di San Rocco e ancora le cappelle dello Spirito Santo e della Madonna della Neve.

Contattaci

refresh

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Comune di San Cesario di Lecce

Comune di San Cesario di Lecce

Piazza Garibaldi, nr. 12
C.a.p. 73016 - San Cesario di Lecce

Tel. 0832.205366 - Fax 0832.205377

Cod. Fisc. 80009690753 - P.iva 01108890755


Servizio di fatturazione elettronica - Data avvio del servizio: 31.03.2015

Codice Univoco ufficio: UFULUA - Nome dell'ufficio: Uff_eFatturaPA

Regione dell'ufficio: Puglia - Provincia dell'ufficio: LE

Comune dell'ufficio: San Cesario di Lecce

PEC: protocollo.comune.sancesariodilecce@pec.rupar.puglia.it